Malisa Catalani (Malisarts)

Chi è Malisa?
Domanda davvero difficile. Malisa è una donna realizzata, madre di due figlie e con un marito e una vita davvero serena ed appagante. Ma questo non descriverebbe quello che sono ma il punto attuale del mio viaggio. Malisarts invece è la parte di me che va a ritroso nel tempo, scava e mette in scultura cicatrici e ferite, problemi, difficoltà che ho affrontato nella vita e che mi hanno permesso di arrivare ad oggi ad essere la Malisa descritta all’inizio. Attraverso il mio lato espressivo riesco a mantenere serena la mia vita di tutti i giorni, metabolizzando, analizzando e sviscerando ciò che ho passato e ciò che ancora oggi mi fa male ma che grazie alla scultura si canalizza nelle mie opere

Quale è il messaggio che vuoi mandare attraverso le tue opere?
Il messaggio apparentemente semplice ha una radice e profonda. Il collegamento è con l’arte giapponese del Kintsugi. Ciò che si rompe non è sbagliato o va buttato: rimesso insieme nel modo giusto, darà ancora più valore a ciò che si è spaccato (nel kintsugi tutto ciò che si rompe viene riparato con saldature d’oro zecchino ndr). Proprio le spaccature sono al centro delle mie opere: lacerazioni che simboleggiano cicatrici fisiche o mentali o spirituali, tutto ciò che ci fa soffrire, che non ci fa vedere la luce oltre al buio. Invece con l’energia e la forza di volontà riusciamo non solo a vedere la luce ma ad essere luce, energia che migliora la nostra vita e ci rende più forti. Se non avessimo “cicatrici” non avremmo vissuto. Non conta quante ne abbiamo ma quante ne abbiamo superate. Da li deriva la nostra saggezza e consapevolezza.

Dove ti vedi tra 5 anni?
Devo dire che per mia indole personale non riesco a fare programmi così a lungo termine. Spero di avere la stessa determinazione di adesso e di avere ancora più cicatrici guarite perché vorrebbe dire che sono cresciuta personalmente e professionalmente. Ovviamente sul piano artistico spero che ciò che faccio risuoni con l’animo di chi lo vede. Credo che più che esteticamente sia una questione di sintonia tra chi vede e l’opera.

Che cosa è per te il “Made in Italy”?
Il Made in Italy è un marchio che è sinonimo di qualità, ingegno, qualcosa di cui andare orgogliosi. Spero di cuore con i miei lavori di rendere giustizia al Made in Italy nelle mie mostre all’estero.

Ti consigliamo…

Le “IMPRONTE” di Pomandère

Fondata nel 2008 da Carlo Zanuso, cuore creativo del marchio, la natura è ispirazione e ambiente privilegiato in cui si muovono le creazioni di Pomandère.