Missoni incarica la Banca Rothschild di valutare una potenziale vendita

Missoni, la casa di moda italiana fondata dall’ex atleta Ottavio Missoni e da sua moglie Rosita Jelmini nel 1953, e ancora in mano alla famiglia con il 59% del capitale, è al centro di voci di vendita. Conosciuta per le sue fantasie colorate e la sua maglieria, il marchio ha attirato l’interesse di importanti gruppi del lusso.

Missoni rimane discreta sull’identità dei potenziali acquirenti, ma ha nominato la Banca Rothschild come consulente finanziario per esplorare una possibile vendita. Il fondo di investimento italiano FSI (Fondo Strategico Italiano), che detiene le azioni rimanenti, aveva rafforzato il capitale di Missoni con un investimento di 70 milioni di euro cinque anni fa utilizzati per dare impulso a una strategia di marketing più efficiente nel retail, per espandersi nel mercato online e per sviluppare il mercato cinese, iniziative che si sono rivelate vincenti tanto che dal punto di vista finanziario, Missoni ha ottenuto ottimi risultati nonostante l’inflazione e l’instabilità geopolitica, con vendite che dovrebbero raggiungere i 125 milioni di euro nel 2023 con un aumento del 10% rispetto al 2022.

Ti consigliamo…