Maison Battistoni al MIMIT insieme all’Artigianato Romano

Un’esposizione permanente del saper fare italiano con allestimenti che parlano dei marchi storici del nostro paese all’ingresso del MIMIT ed una scalinata al termine della quale l’ippopotamo (per i più grandi non sarà necessario ricordare il marchio) e Carmencita danno il benvenuto ai visitatori prima di entrare nel Salone degli Arazzi.

Valorizzare l’artigianato romano, questo il tema dell’incontro svoltosi lo scorso 19 marzo, in un contesto particolare, nel quale abbiamo avuto l’opportunità di entrare in contatto con istituzioni, imprenditori e con chi, dell’artigianato, ha fatto la propria arte con una piccola galleria di artigiani all’opera, dal taglio al disegno, dalle scarpe ai capelli, passando per gli abiti di Battistoni.

Il Vice Ministro Valentino Valentini, l’Amministratore delegato di Battistoni Francesco Capodiferro sono intervenuti parlando anche dell’importanza dell’artigianato italiano, del Made in Italy, e di quanto queste siano vere forme di arte. Insieme a loro anche Romina Nicoletti in rappresentanza di Italian Delegation Made in Italy e M.Ro.

Un Made in Italy – come ha sottolineato il Viceministro – che si nutre del lavoro degli artigiani e del “come si fanno le cose” piuttosto che “dove”. Una manualità, quella dell’artigianato italiano, che garantisce un livello di qualità altissimo. Una qualità fatta di cuore, passione e tradizione, valori da mantenere e tutelare. Una nota particolare anche per le attività legate all’Italian sounding e alla necessità di combattere i fenomeni che, inevitabilmente, danneggiano il Made in Italy.

Hanno partecipato, e abbiamo potuto vederli all’opera:

  • Arredi Cioccolini dei Fratelli Giovanni e Aurelio Cioccolini
  • Ditta G. Marini, di Daniele Marini
  • Italian Delegation Made in Italy & M.Ro
  • L.A.R. – Paralumi, di Antonello Gualdani
  • Patrizia Fabri – Antica Manifattura Cappelli
  • Sergio Quattrocchi – Oreficeria
  • Vetrate D’Arte Giuliani, di Elsa Nocerini

 

Ti consigliamo…

Un Negroni, please…

OOO-Out of Order®, attraverso la sua collezione Shaker che propone OOOrologi con i quali divertirsi dall’aperitivo all’after dinner, continua nella sua “missione” di voler contribuire