Al via la seconda edizione della Rome Future Week

È il Macro di Via Nizza la location scelta dalla Rome Future Week per il lancio dell’edizione 2024. Una edizione che si annuncia piena di novità (come se quelle del 2023 non fossero bastate…). Si comincia da una profonda operazione di rebranding. La città di Roma e la mappa del suo territorio e un tessuto connettivo che si sovrappone ad essa fino a generare un concept specifico per ognuna delle otto aree tematiche che saranno oggetto della edizione 2024. Energia e sostenibilità, Innovazione finanziaria ed economia, Salute benessere e biotech, Cultura creatività e innovazione sociale, Smart cities e infrastrutture, Ricerca e formazione, Mobilità e trasporti, Tecnologia comunicazione e New Media.

Rome Future Week conferma il modello della prima edizione fatto di “numeri” a dir poco impressionanti i quali promettono di crescere ancora per l’edizione 2024. Parliamo di 380 eventi diffusi, 122 ambassadors e 1287 ore complessive di attività e quindi di una settimana che veramente è stata e sarà capace di far sentire alla capitale la sua presenza.  Oltre tutto, a partire da questa edizione gli eventi potranno essere proposti in autonomia attraverso una piattaforma dedicata.

Non ultimo, oltre ai temi proposti per questa edizione, è stata confermata l’inclusione di Arte e Musica all’interno della manifestazione, così come una sinergia profonda con le istituzioni, confermata dalla presenza di Monica Lucarelli Assessora alle Politiche della Sicurezza, Attività Produttive e Pari Opportunità del Comune di Roma

Si inizia il prossimo 16 settembre, ma saremo tutti operativi – anche noi – fin da oggi.

 

Ti consigliamo…

Francesco Zizola

Vincitore del World Press Photo of the Year 1996, Francesco Zizola ha documentato i principali conflitti mondiali e le loro crisi nascoste, concentrandosi sulle questioni